I servizi di consegna nella tua area potrebbero subire ritardi. Scopri le domande più frequenti sugli ordini durante l'emergenza Covid-19

Autografi presenti su Maremagnum.com.

A AUTOGRAFI
La passione di possedere lettere e manoscritti di personaggi importanti è molto antica, ma in realtà possiamo affermare che gli autografi sono un genere collezionistico nato nel XIX secolo. A quel periodo risalgono i primi album, che riproducono, prima in litografia, e poi fotograficamente, le firme di personaggi famosi dell’epoca.
Parlando di “autografi” non si dovrebbero includere libri autografati, ma solo documenti nati come tali e quindi soprattutto lettere manoscritte (possono essere considerati autografi anche lettere dattiloscritte, purché riportino la firma in originale).
L’unicità (e l’originalità del documento) possono rendere molto interessanti gli autografi: possiamo citare a questo proposito i valori raggiunti nelle ultime aste dal manoscritto originale del J’accuse di Émile Zola.
Loading
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-8 chiaramente vergata e firmata, indirizzata ad un anonimo corrispondente. Maffei fa un bilancio del difficile anno trascorso ma vuole comunque salutare il suo corrispondente. ''Benchè la mia profonda afflizione per la improvvisa morte della mia diletta amica ed alunna Francesca Lutti...non voglio che quest'anno... si chiuda senza mandarle un voto e un saluto''. Francesca Lutti nel 1851 conobbe il letterato Andrea Maffei, più anziano di lei di circa trenta anni, già marito di Clara Carrara Spinelli (nota come contessa Maffei) da cui si era separato nel 1846. La Lutti divenne l'a... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: (mm 114x90), breve e telegrafico scritto in francese firmato ''Joseph Mazzini'' ma di estrema importanza perché fa riferimento all'eroica impresa che Giacomo de' Medici fece nel tentativo di difendere Roma dall'attacco delle truppe francesi. Il battaglione comandato dal Medici il 3 giugno 1849 si trincerò nel fabbricato di villa Giraud, detta, per la forma simile alla prua di una nave, «del Vascello». L'eroica difesa e il coraggio dimostrato gli valsero il grado di luogotenente colonnello, la medaglia d'oro al valore e, nel 1876, il titolo di Marchese del Vascello. ''...Le nom du Casino de... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 3 pagine in-8 autografe e firmate contenenti inedite quartine d'amore dedicate alla moglie Clara dei conti Carrara Spinelli, sposata nel 1832. Si separarono nel 1846 ma nel 1868-69 ebbero un riavvicinamento a causa di una malattia di Maffei. I due furono i protagonisti e gli animatori del noto salotto Maffei che per oltre 50 anni animò la vita culturale milanese ed italiana. Andrea Maffei (Molina di Ledro, 19 aprile 1798 – Milano, 27 novembre 1885) è stato un poeta italiano. Buon conoscitore delle lingue straniere, tradusse in italiano molti capolavori delle letteratura tedesca e ingles... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-4 autografa firmata con indirizzo al verso. Nella missiva il Maffei ringrazia il corrispondente per l'attestato di stima ricevuto e gli fa i complimenti per un suo scritto ''Ho letto e riletto il tuo bellissimo articolo... con quello studio che necessitano le tue scritture...''. Il Conte Agostino Sagredo (1797-1871) fu letterato, patriota e senatore del Regno d'Italia. Andrea Maffei (Molina di Ledro, 19 aprile 1798 – Milano, 27 novembre 1885) è stato un poeta italiano. Buon conoscitore delle lingue straniere, tradusse in italiano molti capolavori delle letteratura tedesca e ... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1- Lettera su 3 pagine, elegantemente vergata in chiara grafia in lingua francese. Datata "a Turin le 14 avril 1786". Il Morozzo scrive per informarlo che il suo amico il Cav. Lorgna lo ha incaricato di fargli avere le sue memorie sul natrum.: "je ne doute pas que vous lirez avec le plus vif interet. La marche, la methode, et les decouvertes interessantes ...meriteront sans doute toute la reconnaissance des chimistes". Dice che gli piacerebbe avere qualche sua pubblicazione per l'Accademia delle scienze di Torino. Prima di congedarsi si dice contento di aver avuto la possibilità dal Cav. L... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-8 su carta azzurra. Lettera di condoglianze ad anonima signora per la morte del marito Domenico. Curiosa perchè Lopez rievoca amicizie del periodo torinese antecedente la guerra e ricorda anche Giorgio Calandra. Sabatino Lopez (Livorno, 10 novembre 1867 – Milano, 1951) è stato un drammaturgo e critico letterario italiano. Insegnò all'Accademia di Brera e diresse Società degli Autori dal 1911 al 1919. La sua attività si svolse espressamente nel settore teatrale, come critico e autore di commedie che riscossero notevole successo grazie alla loro ambientazione borghese.. . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 2 pagine in-8, al verso del quaderno invio autografo con francobollo e annullo, fittamente vergate e firmate ''C. Lombroso''. Nella missiva Lombroso aggiorna il Biffi sul decorso di un'epidemia e rinnova i suoi ringraziamenti per l'appoggio che il medico gli stava offrendo. ''Due righe in fretta per annunciarvi un qualche miglioramento (speriamo non fugace)... pochi giorni di riposo... Ho letto il sunto delle vostra relazioni e vi devo rinnovare i ringraziamenti... ma l'epidemia continua il suo corso crudele...''. Il Biffi, noto soprattutto per aver rinnovato i metodi dell'assistenza psichi... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 2 pagine in-4 fittamente vergate in francese che contengono interessanti considerazioni politiche sui mazziniani e sui fermenti politici che stavano sconvogendo l'Italia. Luigi Mastai (1814-1877) fu nipote di Pio IX e fu a lui molto legato tanto che gli fu permesso di abitare al Quirinale e al Vaticano. Venne nominato dal Papa nel 1847 membro della Consulta di Stato e quindi dell'Alto Consiglio, ove fui tra i liberali (Spadoni, Dizionario del Risorgimento Nazionale, III, 529). Piccoli strappi nelle pieghe della lettera.. . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: Biglietto da visita ''André Maurois de l'Académie Française''. Testo vergato in inchiostro nero: ''Monsieur, je vous accord volentier l'autorization de reproduire quelque pass de moi dans votre étude sur mon oeuvre litteraire. Assurez vous que Mondadori qui a les droits italiens....''. Biglietto indirizzato a qualche traduttore o biografo dell'opera di Maurois in italia. André Maurois, pseudonimo di Émile Salomon Wilhelm Herzog (Elbeuf, 26 luglio 1885 – Neuilly-sur-Seine, 9 ottobre 1967), è stato uno scrittore francese. Ebbe sempre il gusto dell'erudizione e della fantasticheria ed unend... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: Biglietto (mm 110x90) scritto in minuta grafia firmato amichevolmente ''Gius.'' in cui prega probabilmente Enrico Mayer (pedagogista e scrittore italiano, di origine franco-tedesca) di voler anticipare 400 fr. A Pellegrino Rosselli: ''...dirò a Giannetta che cosa devono farne. E a voi li darò mercoledì o prima se prima vi vedo'' . Janet Nathan Rosselli (1842-1911).è ricordata come la "gentile infermiera" di Giuseppe Mazzini che lo accolse malato, sotto il falso nome di John Brown, nella sua casa livornese e dove il celebre pensatore italiano morì nel 1872. Janet si fece interprete con il m... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 4 pp. in-8, vergate recto verso e busta con indirizzo. Lunga ed interessante lettera indirizzata a Jules Boucoiran, amico di George Sand e precettore dei suoi figli. Juliette Adam nata Lambert (1836 -1936) fu scrittrice, amica di George Sand e di Yuliana Glinka, pubblicò i primi romanzi di Paul Bourget e Le Calvaire, incoraggiò gli inizi letterari di Alexandre Dumas figlio e Léon Daudet. Lo scritto parla dell'amicizia, dell'ammirazione e del sentimento provato dalla Lambert verso la Sand. "Je sens en moi sa presence reele à tout instant. Elle est ma religion...il me faut dans l'humain et le... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-8 applicata su cartoncino entro cartellina con acclusa edizione del Corriere della Sera del 1909 con articolo su Lombroso. Autodichiarazione autografa firmata con cui Lombroso rinuncia ai diritti sulla terza e quarta edizione della traduzione tedesca di ''Genio e follia'' a favore dell'editore di Lipsia Philo Reclame. In perfetto stato di conservazione.. . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 biglietto (mm 132x104) indirizzato al celebre musicista e compositore francese in cui fa riferimento al La Juive, considerato a tutti gli effetti il capolavoro di Halévy (1799-1862). Si tratta di un'opera in cinque atti messa in scena all'Opéra nel 1835, e ancora oggi ripresa in vari teatri. Al verso indirizzo di invio e nome del destinatario. "...je fais souvenir m. Halvey de la gracieuse promesse qui'l m'a faite pour la representation de la Juive". (Piccola mancanza all'angolo superiore bianco destro). . . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: Lotto di sue lettere autografe firmate del primogenito di Giuseppe Garibaldi. La prima: 6 righe su 1 pagina in-4 datata 7 settembre 1889 a ''Caro Zelo'' in cui fa riferimento ad un'uscita del giorno precedente. La seconda: 1 pagina in-4 con busta conservata, datata 4 aprile 1897 ad ''Alfredo Baccelli'' (1863-1955, scrittore e politico) su carta intestata ''Società dei reduci dalle Patrie Battaglie'' in cui gli chiede un breve scritto da pubblicare sul numero unico della Società dei reduci.. . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: pagina in-folio bella grafia cancelleresca con varie firme e sigillo del Duca con stemma e corona in calce. Vincenzo II di Gonzaga, duca di Mantova e Monferrato, indirizza la missiva al Conte Guido Sangiorgio, uno dei più titolati feudatari monferrini, e stabilisce ''che non li siano dannificati gl'arbori e Rivere della Rogia qual scorre all'uso del molino''. Aggiunge inoltre che ''niuna persona presumi tagliar o far tagliare scalzar o far scalzare alcuna pianta d'arbori di qual si voglia sorte...''. Pena per chi taglia gli alberi 1 scudo e per chi utilizza l'acqua della Roggia 25 ducati. ... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-folio bella grafia cancelleresca con varie firme e sigillo del Duca con stemma e corona in calce. Vincenzo II di Gonzaga, duca di Mantova e Monferrato, indirizza la missiva al Conte Guido Sangiorgio, uno dei più titolati feudatari monferrini, e gli conferisce pieno potere sui territori di Frassineto, Pontestura, Cucaro, Camagna, Isola e Balzola e vieta a chiunque di tagliare alberi o andare a pesca in queste zone, pena il pagamento di un'ammenda di uno scudo. Al verso annotazione notarile. Vincenzo I Gonzaga (Mantova, 21 settembre 1562 – Mantova, 18 febbraio 1612) era il figl... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-4, mancante dell'intestazione, nella quale dice che cercherà di mandare qualche cosa «per un'adunanza in Arcadia». Nel caso in cui fosse impossibilitato a fare ciò, lo prega di farsi consegnare «alcune sue bagatelle che ha in mano l'abate Ferrari, segretario del Principe Chigi, e vedere se fra esse non vi sarà niente a proposito». GIGLI (Siena 1660-1722) fu commediografo e filologo, autore di un umoristico «Gazzettino» e di notizie fantastiche, del famoso e censurato «Vocabolario Cateriniano», del «Collegio Petroniano delle Balie latine» e di varie composizioni teatrali, per ... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: Indirizzate ad anonimi corrispondenti si tratta in due casi di biglietti di raccomandazioni (su carta intestata della Direzione della Gazzetta di Modena). Nelle altre tre di lettere fa rifermento alle sue lezioni accademiche, con particolare insistenza sulla figura di Antonio Peretti, poeta lirico fiorito tra 1835 e 1858, e alla situazione culturale che lo circonda. Ferrari, Paolo. - Commediografo (Modena 1822 - Milano 1889). Partecipò alle cospirazioni e alle vicende politiche del Risorgimento e nel giugno 1859 annunciò ufficialmente l'annessione del ducato di Modena al Regno di Sardeg... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 3 pagine in-8 ad Eugenio Valzania (1821-1889, di Cesena, fu rivoluzionario prima mazziniano e poi garibaldino). Bella e appassionata lettera antiaustriaca sulla necessità di coordinamento dei vai Comitati d'azione, di preparare uomini ed armi, di formare un centro regolatore sulla costa dalmata o a Trieste... ''Comprendo la necessità, meglio l'indispensabilità -in caso d'azione- di uniformità di direzione, e di subordinazione... La riunione dell'altro giorno a Cesena mi comprova che siamo indipendenti, e quindi liberi nelle nostre risoluzioni, per cui opino che tanto le proposte di Garibald... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-4 a ''A Caro figliolino'' in cui con tono scherzo scrive"Le mando questa letterina e le manderò le altre quando farò una corsa in Toscana a casa mia". Giovacchino Forzano (1883- 1970) è stato un avvocato, giornalista, drammaturgo, regista e librettista italiano. . continua a leggere
Desiderata

Desiderata

Salva la tua ricerca, la cercheremo gratuitamente per te! Clicca qui!