Autografi presenti su Maremagnum.com.

A AUTOGRAFI
La passione di possedere lettere e manoscritti di personaggi importanti è molto antica, ma in realtà possiamo affermare che gli autografi sono un genere collezionistico nato nel XIX secolo. A quel periodo risalgono i primi album, che riproducono, prima in litografia, e poi fotograficamente, le firme di personaggi famosi dell’epoca.
Parlando di “autografi” non si dovrebbero includere libri autografati, ma solo documenti nati come tali e quindi soprattutto lettere manoscritte (possono essere considerati autografi anche lettere dattiloscritte, purché riportino la firma in originale).
L’unicità (e l’originalità del documento) possono rendere molto interessanti gli autografi: possiamo citare a questo proposito i valori raggiunti nelle ultime aste dal manoscritto originale del J’accuse di Émile Zola.
Loading
    • 1860
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: Importante lettera, inviata pochi giorni prima del suo ritorno al governo; comprende giudizi su Garibaldi, alla vigilia dell'accordo per la cessione di Nizza e Savoia alla Francia. Deluso per le conseguenze dell'armistizio di Villafranca (11 luglio 1859), Cavour aveva dato le dimissioni da Presidente del Consiglio; sarebbe stato richiamato il 21 gennaio 1860 per il suo terzo mandato, che avrebbe visto in marzo l'annessione al Piemonte dei ducati di Parma e Modena, della Romagna pontificia e della Toscana, a fronte della cessione di Nizza e Savoia alla Francia. «L'ajournement du congrès m'a ... continua a leggere
    • 1939
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 2 pagine in-8, in cui il Canepa si dice dispiaciuto di non poter pubblicare sul ''Lavoro'' l'articolo che un certo Berti gli aveva spedito. Gli scrive inoltre che ''...sarò ben lieto di pubblicare qualcosa di tuo, ma ti raccomando scegliere temi che abbiano del nuovo e dell'interessante per la massa dei lettori...''. Giuseppe Canepa (1865-1948) fu avvocato e politico italiano; nel 1892 a Genova, con Filippo Turati e Camillo Prampolini, fondò il Partito dei Lavoratori Italiani - divenuto l'anno dopo Partito Socialista Italiano. Fondò e diresse , inoltre, il quotidiano socialriformista ''Il L... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-8 su carta azzurra con in alto a destra inciso a secco ''Bath''. Foglio volante ben vergato che riporta passo di anonimo canto popolare ispirato al celebre carnevale veneziano. ''Vien meco o diletto, già buja è la notte, più fitta la nebbia...''.. . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 2 pagine in-8 di divertente misiva ''...Cinzano garzone di camera di S.M. chiede a nome del suo padrone la facoltà di fare ricerche nelle cantine del Valentino di un tesoro indicato da una sonnambula !!! E' un capriccio umano, forse farà ridere, ma come non fa male a nessuno, non vedo ragione per negare la chiesta facoltà. Spero che oggi sarà meglio in salute ed avrà minori ragioni d'inquietarsi in casa''. Perfetto esemplare con tracce di piegature.. . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 50 pp. a matita blu in-8, fascicolate in bifoli. La lunga missiva, senza indicazione di data tratta di questioni d'affari e problemi di denaro. ''Noel. Je trouve cette fete de famille dont je suis privée, un bon jour pour vous faire ''rivedere i miei caratteri'' come diceva il grand Lamporecchi, afin que vous voyez que la povera Nicchia n'est pas encore tout à fait morte quoiue on ait pu vous en dire, et mon enterrement vivant en dehors de tout et loin de tous''. Interessante lettera autografa dove la celebre contessa di Castiglione utilizza il soprannome ''Nicchia'' (da Virginicchia) Oldo... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 2 La.f.: a)1 p. in-8, Firenze 8 ottobre 1841, indirizzata a Giambattista Cicognani, agente del Principe di Canino, a cui raccomanda usare «tutte le attenzioni che merita» verso il Cav. Marreu: «...fategli vedere se ve lo chiede il mio gabinetto e anche la mia libreria della quale sapete essere io tanto geloso!» b) L.a.f., 1 p. in-8, Roma 22 febbraio 1848, indirizzata al Ministro di Polizia Principe di Veano: «Sebbene io sia sicuro di essere pienamente assitito dalla ragione nella causa di pretesi delitti politici intentata dal fisco contro di me...rinunzio alla soddisfazione di farmi giudic... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 2 pp., in-8, e indirizzo autografo in quarta pagina. Bella lettera autografa firmata indirizzata al Labrouste, avvocato parigino. Béranger, popolare chansonnier e uomo politico, rivela al suo corrispondente che il Presidente del Consiglio gli ha fatto ampie promesse in merito ad una affare che da tempo lo tiene occupato: ''...il intriguera, dit-il, lui qui n'intrigue jamais''. Unita piccola foto del Béranger (mm 65x35, Photographie Pesme). Béranger, Pierre-Jean de (Parigi 1780-1857) chansonnier francese, attraverso le sue opere diventò ''champion des intérêts populaires''; ricoprì cariche p... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 p. in-folio autografa firmata indirizzata ad un'anonima ''Gentilissima Signora''. Bracco, messo all'indice dal regime fascista per le sue idee politiche, risponde ironicamente alla signora che gli aveva domandato alcuni suoi scritti per il figlio e i suoi amici iscritti al Nucleo Universitario Fascista: ''...non vorrò sembrarle troppo...istrice; e manderò qualche mio libro con dedica cordiale''. Bracco entrò giovanissimo nel giornalismo, iniziò con lo scrivere piccole novelle, articoli, cronache e poesie in dialetto napoletano. Prima di essere assunto, nel 1884, come critico drammatico e... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 3 pagine in-8 chiaramente vergate e firmate ''M. Antonietta'' indirizzate ad un anonimo Marchese toscano. Bella e lunga lettera di cortesia e di informazioni familiari, scritta durante il prolungato esilio della Granduchessa iniziato nel 1859 in seguito alla Rivoluzione fiorentina che preannunciava i moti del 1861 per l'unità d'Italia. Rifugiatisi presso la corte viennese, la famiglia dell'ex-Granduca visse in Boemia. Maria Antonietta tornerà a Firenze solo nel 1893 per una breve visita. ''... Grazie delle nuove dei bagni quando ne parlo mi vengono le lacrime pensando chi sa quando li rived... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 biglietto (cm 10x12) su carta intestata ''R. Accademia di Belle Arti'', vergato al recto e al verso, in cui il celebre architetto e scrittore (1836-1914) declina l'invito a far parte di una commissione per un concorso a Cagliari.. . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: Due pagine in-8 di contenuto storico-letterario, probabilmente indirizzate Gauly, che lo stava aiutando a ricostruire alcuni eventi legati alla figura di Robespierre. «J'ai recu le premier envoi, et le second sera le bien-venu». Blanc desidererebbe una copia delle corrispondenze del rivoluzionario Georges Auguste Couthon. "J'ai lieu d'écrire que Robespierre jeune venait de quitter Toulon, lors qu'eut lieu l'exécution en masse où Frénon joua le principal role.... J'ai lu dans une note de vous, mise en marge des Mémoires manuscrits de Mercier du Rocher, que le trait de générosité attribué à B... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 2 ff. in-8 chiaramente vergati, su carta intestata ''Rome, Hotel de la paix la helvetia''. La lettera venne scritta prima del 16 aprile 1909, giorno della Prima Assoluta de ''la cena delle Beffe'' al Teatro Argentina di Roma (ad opera della Compagnia stabile del Teatro Argentina) ed è indirizzata a D. Oliva, critico de Il Giornale d'Italia. ''Carissimo amico, venerdi, 16, il mio nuovo lavoro ''La cena delle Beffe'' sarà rappresentato la prima volta all'Argentina. Non vi dico con quanto desiderio pensi ad un giudizio vostro...Ma è vano desiderare. Chi sa quando voi potrete ascoltarla!... ... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 4 pp. In-8 su carta "Hotel Cavour Milano. Prop. Heritiers Suardi, chiaramente e fittamente vergata. Interessante e lunga lettera che parla de Le nozze dei Centauri, poema drammatico in quattro atti, allestita al Teatro Carignano di Torino il 17 apr. 1915 dalla compagnia ''Fert'' diretta da Ermete Novelli, con Lyda Borelli, Leo Orlandini e Romano Calò: "Era mio desiderio venire a Torino da te ma per dure ragioni devo rimandare la mia gita...sono ansioso di farti conoscere queste "nozze dei centauri" e di parlarti dei miei proponimenti"...Parla delle capacità recitative della Borrelli e di Ti... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-4, telegramma n. 6937 con timbro di ricezione e archiviazione ''Ministero Affari Esteri 1548, 12 luglio''. ''Ricevuto con sollecitudine encomiabile vostro rapporto stop - approvo vostra linea condotta stop - c'è un liberalismo rispettabile assieme un altro che va duramente combattuto e smascherato. Mussolini''.. . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: Lotto di due lettere autografe, la prima su carta intestata ''Albergo Palazzo Roma'', datata Roma 12 Marzo 1925, descrive le prove Dell' ''Amorosa tragedia'': ''Gigetto Almirante non ha voluto accettare la parte di Arrigo per lasciarla al Racca primo attore....la distribuzione delle parti è buona e cominciamo ora ad abbozzare il lavoro che andrà in scena gli ultimissimi di marzo...''. La seconda riguarda la tragedia ''Ali'' (dramma in quattro atti. Milano, Treves, 1921), rappresentato dalla compagnia Borelli-Carminati, 4pp, chiaramente vergate su carta ''Grand Hotel de la Ville, Milan'' dat... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: Ritratto (mm 142x90) a mezzo busto di Badoglio sorridente e sua firma autografa in basso. Allegato biglietto da visita con frase autografa ''Per ringraziamento auguri''. Pietro Badoglio (Grazzano Monferrato, 28 settembre 1871 – Grazzano Badoglio, 1º novembre 1956) è stato un generale e politico italiano, maresciallo d'Italia, senatore e Capo del Governo dal 25 luglio 1943 all'8 giugno 1944. Fu nominato marchese del Sabotino motu proprio dal re Vittorio Emanuele e duca di Addis Abeba.. . continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-8, indirizzo e tracce di sigillo al verso, in cui il Bagetti fa riferimento ad alcune questioni economiche, per cui chiede all'avvocato di voler controfirmare una quietanza. Accenna anche alla questione della cessione del quarto d'eredità da parte di suo figlio Camillo. Interessante il riferimento a Palmieri che ''sta bene e lavora la sua gravura''. Dopo l'annessione del Piemonte alla Francia (1801), il Bagetti entrò in qualità di ''capitano disegnatore'' fra gli ingegneri geografi. Il figlio di Palmieri, che inciderà, tra le altre, le tavole dai disegni di Bagetti di ''Turin et... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 3 pagine in-4, lunga lettera sugli aspetti legali relativi alla cessione di un quarto d'eredità da parte di suo figlio Camillo. Dopo alcune disposizioni del Bagetti, per alcuni aspetti molto polemico nei confronti dei coeredi, scritto autografo dell'incisore Palmieri, che, in qualità di suo procuratore, conferma le disposizioni del pittore e del figlio. ''...ho il piacere di notificarti, che il nostro amico Palmieri giunse costì in perfetta salute siccome le conferenze che si fanno sugli affari di litigio si conchiudono assai meglio e più presto, più a viva voce che le infinite lettere che ... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-4, indirizzo e tracce di sigillo al verso. Nella lettera il Bagetti fa riferimento ad alcune questioni economiche che avrebbe dovuto risolvere per il suo amico-avvocato. "L'affare di cui mi hai parlato in una tua lettera non era abbastanza significato per potermi mettere al fatto di quel che desideri, né tampoco Mr Bellardi me ne informò, dicendomi che avrebbe fatto solo i paghi necessari, ma sono stato sorpreso di non vederti soddisfatto...troppo fortunato sarei se potessi dimostrarti in piccolissima parte le premure..." In fine alla lettera l'indirizzo di Bagetti a Parigi: A ... continua a leggere
    • Libreria: Libreria Antiquaria Pregliasco (Italia)
    • ILAB-LILA Member
    • Note Bibliografiche: 1 pagina in-8 su carta da lettere dorata, con bordura decorata da motivi floreali e 4 motivi mitologici agli angoli. Lettera di accompagnamento per un presente consegnato dalla moglie "Cristina Bagetti" all'avvocato Greppi. "Ti prego di aggradire questa piccola scatola, non per giustificarti delle pene che ti sei preso, e che continuamente ti prendi per noi, perché la di sproporzione fra esse e questa sarebbe troppo forte...". . continua a leggere
Desiderata

Desiderata

Salva la tua ricerca, la cercheremo gratuitamente per te! Clicca qui!