Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente.
Leggi l'Informativa Cookie Policy completa.

Libri antichi e moderni

Volpicella Scipione

Diurnali di Giacomo Gallo e tre scritture pubbliche dell'anno 1495 con prefazioni e note di Scipione Volpicella.

1846

70,00 €

Casella Studio Bibliografico

(Napoli, Italia)

Parla con il Libraio

Metodi di Pagamento

Dettagli

Anno di pubblicazione
1846
Autore
Volpicella Scipione
Editori
Curatore
Soggetto
Napoli
Prefatore
Traduttore
Illustratore
Sovracoperta
No
Stato di conservazione
Nuovo
Lingue
Italiano
Legatura
Rilegato
Copia autografata
No
Print on demand
No
Condizioni
Nuovo
Prima edizione
No

Descrizione

Napoli, 1846. In 8vo; pp.54. Bross. Treccani.it: "Giacomo Gallo nacque a Napoli presumibilmente intorno al 1475 da Luigi e dalla fiorentina Giulia Della Bella. Apparteneva a un'eminente famiglia amalfitana, trapiantata nella capitale e probabilmente impegnata nella professione giuridica. Le fonti indicano con certezza la designazione del Gallo a eletto del Popolo nel 1536. Il rappresentante del Popolo napoletano partecipava insieme ai nobili al governo della città, con competenza speciale e giurisdizione sull'approvvigionamento di vettovaglie. Da un punto di vista politico, poi, l'eletto interpretava l'aspirazione alla parità tra i ceti nobiliari e il popolo grasso, composto da artigiani, commercianti, banchieri e membri delle professioni. L'ingresso del G. in carica, nel secondo semestre 1536, coincise con la riorganizzazione del governo cittadino da parte del viceré Pedro de Toledo. Assai più di questa episodica attività politica, giovò alla memoria del G. la stesura dei Diurnali, un diario-cronaca della città di Napoli dal 1494 al 1536, consistente in circa quaranta volumi manoscritti, di cui rimane però solo il periodo compreso tra il 25 gennaio 1494 e il 5 giugno 1496 (cfr. Diurnali di G. Gallo e tre scritture pubbliche del 1495, a cura di S. Volpicella, Napoli 1846). Nei Diurnali predominano le notizie politiche: l'attenzione si concentra sulle drammatiche vicende del Regno di Napoli, invaso dall'esercito di Carlo VIII."