Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente.
Leggi l'Informativa Cookie Policy completa.

Sei in possesso di una Carta del Docente o di un Buono 18App? Scopri come usarli su Maremagnum!

Libri antichi e moderni

VENEZIA, Rocco (Bari, 1991)

Nekyia

Torino, Witty Kiwi, , 2017

20,00 €

Marini Studio Bibliografico

(Roma, Italia)

Parla con il Libraio

Metodi di Pagamento

Dettagli

Anno di pubblicazione
2017
ISBN
97888894188233
Luogo di stampa
Torino
Autore
VENEZIA, Rocco (Bari, 1991)
Pagine
pp. 78
Editori
Torino, Witty Kiwi,
Edizione
Edizione originale di 500 esemplari (Original edition of 500 numbered copies)
Soggetto
photography, photography: photobooks,
Descrizione
paperback
Stato di conservazione
Buono
Legatura
Brossura
Condizioni
Usato

Descrizione

Testi di Colin Pantall e Francesca Seravalle. Fotografie a coloridi Rocco Venezia . 8vo (cm 28x21). pp. 78. . Perfetto (Mint). . Edizione originale di 500 esemplari (Original edition of 500 numbered copies). . Nekyia has two meanings; the first is the inner journey into the unconscious through which you reconnect with and heal your wounded self. The second is the ancient Greek ritual in which spirits were quizzed on what the future would be.This book is the story of both these Nekyias, told through the contemporary prism of Greece's ongoing economic disaster. The story takes place in the region of Epirus, near the banks of the River Acheron, a place where, in Greek mythology, the living world meets the underworld, where mortal life becomes the afterlife.
Nekyia ha due significati: il primo è il viaggio interiore nell'inconscio attraverso il quale guarire il proprio sé ferito, il secondo è l'antico rituale greco in cui gli spiriti venivano interrogati su quale sarebbe stato il futuro. Questo libro è la storia di entrambi questi Nekyias, raccontati attraverso il prisma contemporaneo del disastro economico in corso in Grecia. La storia si svolge nella regione dell'Epiro, vicino alle rive del fiume Acheronte, un luogo in cui, nella mitologia greca, il mondo vivente incontra gli inferi, dove la vita mortale diventa l'aldilà.