Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente.
Leggi l'Informativa Cookie Policy completa.

Sei in possesso di una Carta del Docente o di un Buono 18App? Scopri come usarli su Maremagnum!

Stampa

Joannes van Doetecum(Deventer 1530 - Haarlem 1605)

Foro romano

500,00 €

Il Bulino Antiche Stampe s.r.l. (Milano, Italia)

Parla con il Libraio

Metodi di Pagamento

Dettagli

Incisori
Joannes van Doetecum(Deventer 1530 - Haarlem 1605)
Stato di conservazione
In ottimo stato
Copia autografata
No
Originale
No

Descrizione

Joannes van Doetecum
(Deventer 1530 - Haarlem 1605)

Foro romano 

Acquaforte
misure: mm 140 x 207

Incisore e calcografo olandese, lavora principalmente nella sua città natale. Ha inciso opere ispirate a scene di genere di Pieter Bruegel il Vecchio e mappe di varie città dei Paesi Bassi. Con il fratello Lucas collabora nella realizzazione di alcune serie.

Questa stampa fa parte della serie Operum Antiquorum Romanorum, conosciuta anche con il titolo Il Piccolo libro delle Rovine Romane, derivata da disegni di autore ad oggi anonimo, è stata pubblicata inizialmente ad Anversa nel 1562 da Hieronymus Cock. Si conoscono altre tre edizioni: Amsterdam con indirizzo di Michiel Colijn con tavole nel I stato senza la numerazione; Amsterdam con indirizzo di Corbìnelis Danckerts I; Amsterdam con indirizzo di Frederick de Wit di sole 11 lastre nel II stato con la numerazione 1-12. La serie è composta dal frontespizio e da 2o incisioni raffiguranti animate vedute di antichità romane così come erano visibili all'epoca. In definitiva sono un interessante documento dell'epoca, non tutte le vedute sono riconducibili a località italiane. In questo foglio viene rappresentato il Foro romano quale scenografia per un episodio di caccia: quattro cacciatori seguiti da cani e armati di lance hanno accerchiato tre camosci. Diversamente dalle altre lastre della serie questa è nota in un solo stato, il primo, antecedente la numerazione.

Impressione fresca e ben contrastata su carta leggera, il chiaroscuro dona un'atmosfera argentea alla composizione. Ottimo stato di conservazione. Esemplare rifilato alla linea di contorno sempre visibile.

Bibliografia: P. Bellini, Dizionario della Stampa d'arte, p 171; New Hollstein 246; J. van Grieken, G.Luijten, J. van der Stock, Hieronymus Cock, The Renaissance in Print, p 102.