Editore Orthotes (Italia)

Filosofia, Saggistica, Scienze umane

Thumb_orthotes
Orthotes è una casa editrice plurale e democratica. Si occupa prevalentemente di saggistica filosofica, considerando il “filosofico” nella sua accezione più semplice e caratteristica, e cioè come uso del sapere a vantaggio degli esseri umani, donne e uomini.La casa editrice opera nella convinzione che ogni lavoro culturale ben sviluppato e argomentato sia un lavoro filosofico, inerisca esso alle scienze teoretiche (filosofia, critica, analisi), a quelle pratiche (etica, politica, società), o poietiche (arti musicali, figurative, tecniche). In funzione di questi principi operativi Orthotes definisce il proprio orientamento, indipendente e non programmatico, cercando di volgere lo sguardo verso la “retta direzione” di un sapere che rischiara e illumina perché di se stesso insegna l’uso.
Loading

Hai cercato:

  • Libreria: Editore orthotes (italia)
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. L'acqua che sommerge il mondo nel diluvio (ma anche l'acqua battesimale in cui Gesù si immerge); il deserto vagando nel quale Abramo cerca la sua terra e adora il suo Dio; il pane e il vino che Gesù, dopo averli fatti identici al suo corpo e al suo sangue, offre da mangiare e da bere ai suoi discepoli (ma anche il vino spremuto e bevuto nell'orgia dionisiaca); il marmo in cui i Greci scolpiscono le immagini umane dei lori dei; la terra in cui Antigone seppellisce il fratello bandito perché i cani e gli uccelli non lo divorino. Questi sono solo alcuni dei "luoghi" in cui il logos specula... continua a leggere
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. In un breve scritto del settembre del 1933, The Cult of the Individual, Bertrand Russell sosteneva che «le persone che al giorno d'oggi credono che la terra sia piatta non hanno alcuna possibilità di persuadere gli altri (sensible people), e stanno semplicemente affermando il loro diritto di essere stupidi». Le pagine di questo libro tentano una riflessione sulla questione che emerge da un'affermazione come questa, particolarmente in un momento storico nel quale questo diritto - a cui le parole del filosofo inglese fanno riferimento - sembra, anche grazie a circostanze (apparentemente) ... continua a leggere
  1. Thumb_allargare-orizzonti-pensiero-scommettere-sulla-a89f1471-ca71-41b1-887e-f34f410f6b53
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Una sfida: scommettere sull'ideale di cultura profonda e "allargata" che per secoli è stato l'anima del progresso della civiltà in Occidente ma che proprio oggi, nel mondo globale, è minacciato dalla specializzazione rigida e settoriale, o dalla superficialità utilitaristica. Scommettere sul pensiero e sull'interdisciplinarità ampia è dunque la sfida che il libro raccoglie e tenta di affrontare attraverso prospettive che interessano la filosofia, la scienza, la teologia, l'etica, e che intersecano gli studi di campi disciplinari apparentemente lontani. Saprà l'intellettuale e il profess... continua a leggere
  2. Thumb_paradosso-della-morale-cea36279-5fec-43bf-8a40-055fbe4ebad8
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Il quadro della moralità offerto da Jankélévitch è mosso da forti chiaroscuri. Agire bene o male è un'esperienza umana originaria, che coinvolge l'intera esistenza nella forma dell'intermittenza, della caduta e del rilancio, è perenne scontro di essere e dovere, purezza di cuore e amore, e insieme incapacità di distinguere il bene dal male, ansia di assoluto e sua eclissi. "Il paradosso della morale", ultima opera pubblicata in vita da Jankélévitch - alla quale è legittimo attribuire un carattere di sintesi della sua visione etica - è interamente occupata da un lavoro sulla contraddizio... continua a leggere
  3. Thumb_governamentalita-verita-studio-problema-32dcd5a0-1591-4347-b7e4-3d8da057622b
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: ril. Il quadro di cui oggi disponiamo, dopo la pubblicazione completa dei corsi tenuti da Michel Foucault al Collège de France, ci permette di mettere in discussione la classica divisione tra un Foucault "politico" degli anni Settanta, profeta della società disciplinare, e una presunta "svolta etica" degli anni Ottanta, interpretata di volta in volta come un ripiegamento sull'individuo al di là della presa totalizzante del potere o una resa all'individualismo liberale. E ci permette, ancora, di mettere in prospettiva la fortuna di cui oggi gode il concetto di biopolitica nella filosofia mor... continua a leggere
  4. Thumb_vento-forte-eolico-professioni-della-green-economy-1ec616cf-71ad-4927-ad64-3e07731ed1e6
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. La transizione ecologica è un tema di grande attualità. La società industriale ha determinato l'emergere di nuovi rischi per la salute dell'uomo e per gli equilibri ecosistemici del pianeta. La consapevolezza della necessità di un profondo mutamento in senso ecologico sembra piuttosto radicata e il sostegno, in generale, alle green policies pare confermarlo. Nell'elaborazione di soluzioni innovative green, i "saperi esperti" giocano un ruolo rilevante. In questo scenario, il testo prova a indagare il ruolo e la funzione dei professionisti verdi nel caso dell'energia dal vento, concentra... continua a leggere
  5. Thumb_liberta-inquieta-ricerche-male-volonta-948284bc-a60e-4551-b31b-d5721b709807
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Tutti gli uomini desiderano il bene e la felicità. Nessuno, infatti, desidera il male e l'infelicità. A cavallo tra la fine del Medioevo e la prima età moderna, queste massime fondamentali dell'etica occidentale vengono messe in discussione da una parte rilevante della cultura europea. Le ragioni di questa operazione vanno cercate in un nuovo modo di guardare alla libertà. Mentre il tardo Medioevo volge al tramonto, filosofi e teologi si interrogano sui limiti e sulla potenza della volontà, attraverso la costruzione di ipotesi immaginifiche che possano mettere in crisi la centralità - p... continua a leggere
  6. Thumb_uomo-analogico-fc6c4b11-d840-4f36-a310-b666dcca1416
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Il libro analizza questioni di etica applicata lette attraverso un'antropologia normativa che ha il proprio fondamento nella dottrina dell'analogia. L'idea centrale è che, così come l'essere si dice in molti modi, allo stesso modo l'uomo, che è poi colui che dice l'essere, si dice in altrettanti modi. Nel dire "l'uomo è", non c'è predicato che possa colmare adeguatamente quanto preannunciato dal verbo. Questa forma di trascendenza, intravista dall'analogia dell'essere, viene messa a tema nei diversi ambiti di filosofia morale applicati all'attuale contesto tecno-scientifico. Normalmente... continua a leggere
  7. Thumb_etica-futuro-e205a40e-b5d7-48b6-8075-a6720625fbc1
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Il nesso tra etica e futuro è apparso sempre come centrale nella storia del pensiero morale. Ma ecco che, all'improvviso, questo futuro non sembra più garantito e appare come una dimensione che sfugge del tutto a ciò che per tanto tempo si è pensato intorno a norme, valori, relazioni, vincoli, responsabilità. La domanda su quale sarà l'etica nel futuro, su come dobbiamo immaginarla nel contesto di un mondo ancora da venire, eppure già imminente e alle porte, non è motivata soltanto dalla curiositas, ma ci è imposta soprattutto dai rapidi e radicali cambiamenti - sul piano scientifico, t... continua a leggere
  8. Thumb_deleuze-postumano-corpo-soggetto-nella-postmodernita-8f618118-bf3e-4d61-8e92-43c702dba4c8
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Che ne è del Corpo e del Soggetto nell'epoca del postumano? Questa la domanda alla luce della quale il volume esamina le molteplici voci del panorama postumanista, ripercorrendone la genesi da un punto di vista storico e teoretico. Consapevoli o meno, infatti, il postumano è il nostro presente, che decide i nostri corpi e qualifica il tipo di soggettività di cui possiamo essere protagonisti. Diventa quindi filosoficamente necessario prenderne le distanze per affrontarlo criticamente, così da poter resistere ad un futuro che sembra già deciso. Questa operazione di distanziamento e messa ... continua a leggere
  9. Thumb_rimanga-ringraziamento-saggi-martin-heidegger-86fc4679-510b-46de-9ca9-e0f107a82675
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Perché concentrarsi ancora sul pensiero di Martin Heidegger oggi, all'indomani delle pesanti accuse di antisemitismo rivolte alla sua persona, se non al suo pensiero? Perché la radicalità del suo interrogare, e la forza del suo meditare, offrono tuttora indicazioni significative per la ricerca filosofica, mostrando che molte delle questioni chiave del Novecento attendono di essere discusse ed esaminate daccapo. Questa raccolta di saggi ne intende affrontare alcune: quella del linguaggio, quella della domanda sull'essere umano, quella dell'esperienza religiosa e quella della dimensione p... continua a leggere
  10. Thumb_artista-dell-essere-arte-bellezza-pensiero-bb82a4d9-f907-4d79-a0fd-0ba7918f3397
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Quando proviamo ad accostarci al tema della bellezza ci troviamo di fronte a un ostacolo insormontabile, quasi fossimo arrestati da un muro davanti a cui - ha detto Simone Weil - «tutto ciò che è stato scritto al riguardo è miserabilmente ed evidentemente insufficiente». Eppure la filosofia non ha rinunciato a tentare la scalata di quel muro e grandi pensatori (Kant, Schelling, Croce) hanno dedicato gran parte delle loro migliori energie a sondare le tracce del mistero della bellezza. Tra questi autori non è ancora debitamente considerato Antonio Rosmini, nonostante una profonda rifless... continua a leggere
  11. Thumb_sdoppiamenti-ermeneutica-politica-joachim-ritter-nella-c7b12bda-3508-4ddd-9d40-df6bc4e857e9
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Hegeliano di sinistra durante la Repubblica di Weimar e non esente da un ferale hegelismo politicamente di destra durante il terzo Reich, Joachim Ritter (1903-1974) sviluppò, nel secondo dopoguerra, uno specifico hegelismo di "centro", insistendo sulle scissioni reciprocamente supportive, nel moderno mondo liberale, tra società civile e stato, tra esistenze soggettive e norme oggettive, tra tradizioni storiche e politica contemporanea. Nella Germania Ovest della ricostruzione tali posizioni furono particolarmente utili per declinare in un senso democratico-liberale rapporti tra esistenz... continua a leggere
  12. Thumb_lacrime-lacan-fenomenologia-amicizia-6daeabe2-4364-41b5-a645-565348d389c7
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Le biografie dicono che Jacques Lacan e Maurice Merleau-Ponty si incontrarono la prima volta al seminario di Alexandre Kojève, ma precisano che l'amicizia nacque successivamente, coinvolgendo le rispettive famiglie e consolidandosi nel tempo. Le lacrime di Lacan indaga questa amicizia, verificando come due uomini diversi per formazione e temperamento abbiano trovato il modo di colloquiare, influenzando i rispettivi percorsi intellettuali. Non senza contrasti e divergenze: poiché ogni relazione amicale comporta un problema di transfert, ovvero di identificazione, ma in quanto relazione d... continua a leggere
  13. Thumb_automaton-eef93433-bf87-4d55-ae02-8f4a654ed21e
    • ORTHOTES, 2019
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. - Pensare l'anima nei termini di un regno minerale è il solo modo di cui dispone l'immaginazione metapsicologica per riconoscere la sua realtà letteralmente metafisica. E in tali circostanze la lettura del fossile è la sola conoscenza possibile del punto di vista della regressione, della memoria dell'anima. (Pierre Fédida) - La scrittura automatica è per Picasso l'esercizio dello scrivere il reale in ogni istante, è un fare del linguaggio a sua volta cosa reale. (Elio Grazioli) - La macchina è eccentrica al fatto soggettivo. Si colloca in uno scarto rispetto all'io, è a lato o persino d... continua a leggere
  14. Thumb_missione-dotto-83f353b9-269e-4171-bc56-e956bfc80d87
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Chi è il dotto? Qual è il suo ruolo nella società? Quali sono le sue competenze specifiche e la sua funzione? E cosa s'intende quando si parla di una sua missione o destinazione? Sono queste le domande che Fichte affrontò in un corso di lezioni tenute all'Università di Jena nel 1794. Il successo straordinario tra il pubblico del tempo mostra non solo il sèguito che Fichte era capace di suscitare ma anche il fatto che il tema affrontato non era unicamente destinato a specialisti. Nel delineare la figura del dotto Fichte approfondisce la propria idea di società (e la differenza rispetto a... continua a leggere
  15. Thumb_ripensare-abitare-smart-contributo-paradigma-della-4a5de057-3782-49fc-89e1-67d25970cf6b
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Essere smart è divenuta oggi la parola d'ordine dominante nel dibattito circa quale configurazione i luoghi che abitiamo debbano assumere. Alla comprovata popolarità e diffusione del concetto di smartness, che conserva una certa vaghezza di significato tra i suoi punti di forza, non corrisponde però una riflessione altrettanto accurata e puntuale su che cosa significhi essere smart per una città e su quali siano i processi di giustizia o di ingiustizia che una smart city può produrre e riprodurre. Il libro intende muoversi in tale direzione proponendo un'analisi critica del concetto di ... continua a leggere
  16. Thumb_ontologia-naturale-storia-genesi-della-dialettica-43b735aa-c7b3-4b1a-aef9-2cf7f4d517e2
    • ORTHOTES, 2019
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. «Di fronte alla possibilità concreta dell'utopia» si legge nell'Introduzione della "Dialettica negativa" «la dialettica è l'ontologia della condizione falsa». Con queste parole Adorno presenta la sua opera di maggior respiro teoretico e lo fa prestando volontariamente il fianco a tutte le critiche che a partire dagli anni immediatamente successivi alla seconda Guerra sono piovute sul suo pensiero: ai filosofi puri, che lo criticavano per la sua commistione con il mondo delle cose, ai marxisti ortodossi, che lo tacciavano di astratto utopismo, e alla nascente filosofia analitica, che ved... continua a leggere
  17. Thumb_seminario-perpetuo-tardo-ultimo-lacan-0ed1b805-e39b-4235-8b96-4a7040fcc681
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: br. Ad oggi, l'insegnamento di Lacan è stato largamente assorbito da quello che lui stesso definiva sprezzantemente «il discorso dell'Università»: ogni anno il nome di Lacan appare in decine o persino centinaia di pubblicazioni, che spaziano dalla psicoanalisi alla filosofia, diramandosi sino alla letteratura, le scienze sociali e persino l'architettura. Tuttavia la sua attuale ricezione rimane ancora drasticamente oscurata da tre importanti punti ciechi, che questo libro definisce "oscurantismi". Questo libro mira a scardinare il terzo oscurantismo lacaniano, e cioè la sequenza finale dei ... continua a leggere
  18. Thumb_verita-pittura-b19762ad-af7d-48f9-b723-9c396fd02f46
    • ORTHOTES, 2020
    • Libreria: Editore Orthotes (Italia)
    • Note Bibliografiche: ill., br. Leggere i capitoli di La verità in pittura è come ripetere ogni volta il gesto con cui Lucio Fontana tagliava la tela, anche se in questo caso, a essere trafitto, è il tessuto ontologico, logocentrico e presenziale dell'immagine, mentre il fendente non è altro che la traccia. Modulata sul piano iconico, la traccia si configura infatti come il movimento differenziale dell'immagine, che scardina le giunture di ogni dicotomia possibile, ma anche di qualsiasi appropriazione: ontoteologica, mercantile, estetica, politica, simbolica. Così la traccia derridiana s'immerge nel mondo pittor... continua a leggere
Desiderata

Desiderata

Salva la tua ricerca, la cercheremo gratuitamente per te! Clicca qui!