Aldo Manuzio, una storia di "carattere"

Aldo-manuzio
Aldo Manuzio nacque a Bassiano, un piccolo borgo della campagna laziale nel ducato di Sermoneta nel 1452 (o forse nel 1449-50). Dopo aver studiato a Roma, e aver vissuto a Ferrara e a Carpi, Manuzio si trasferì a Venezia, dove aprì una stamperia e cominciò a pubblicare, soprattutto classici latini e greci, a partire dal 1493. 
Fondamentali, tra le opere in greco, fu la realizzazione della prima edizione a stampa delle opere di Aristotele, soprattutto grazie alla collaborazione con l'incisore Francesco Griffo, che fece realizzare, tra l’altro, quattro serie di caratteri greci, sei di latini tondi ed il corsivo.
Nel gennaio 1496 Manuzio pubblicò il "De Aetna" di Pietro Bembo, opera minore dal punto di vista letterario, ma memorabile soprattutto per l'eleganza del carattere romano appositamente inciso da Francesco Griffo e destinato a prendere in seguito il nome di Bembo. Fu preso a modello, perfezionandolo, il tondo ideato da Nicholas Jenson, tenendo conto degli studi del tempo sulle proporzioni, e divenne un riferimento per ogni futuro ideatore di caratteri. A esso si ispirarono tutte le principali serie romane successive, da quelle incise da Claude Garamond nel XVI secolo a molti tipi in uso nella tipografia del XX secolo.
Manuzio pubblicò poi nel 1499 l’Hypnerotomachia Poliphili, sulla cui attribuzione al domenicano Francesco Colonna si continua a dibattere: quest’opera è considerata uno dei capolavori tipografici di tutti i tempi, soprattutto per le immagini, ricavate da 172 incisioni su legno. 
Nel 1500, nell'edizione delle Epistole di S. Caterina da Siena, Manuzio sperimentò, sia pure per le sole parole "Jesu dolce Jesu amore", il carattere corsivo: questo carattere, di cui Manuzio è da considerarsi l’inventore, è giustamente ricordato in inglese con il termine “italic”.
Il nuovo carattere corsivo si ispirava ai documenti ufficiali manoscritti, in uso nelle corti italiane del secondo Quattrocento, e si proponeva di diffonderne l’eleganza e la bellezza.
Ad Aldo Manuzio può essere inoltre dato merito di avere utilizzato per primo su larga scala il formato in ottavo, già in uso per la stampa dei soli testi religiosi e devozionali, applicandolo alla produzione dei classici.
Manuzio era del resto pienamente consapevole della rivoluzione che stava suscitando. Scrivendo a Sanuto per dedicargli l’Orazio del 1501, gli faceva notare che un libro portatile consentiva la lettura ovunque, più facilmente di un libro di grande formato.
Nelle edizioni in caratteri latini inoltre furono rilevanti le innovazioni nella punteggiatura. Con il Petrarca del 1501 e il Dante del 1502 introdusse, mutuati dal greco, la virgola uncinata, l'uso dell'apostrofo, degli accenti e del punto e virgola, accogliendo indicazioni e suggerimenti che gli provenivano dal Bembo.
Infine ricordiamo che nel giugno 1502, nel secondo volume dei "Poetae Christiani veteres", comparve la marca tipografica dell'ancora e del delfino, una prima versione della quale era già apparsa all'interno di un'illustrazione del Polifilo: la marca illustrava il motto "Festina lente".
Il 16 gennaio 1515 il Manuzio dettò a Venezia l'ultimo testamento e il 6 febbraio morì.
Alla sua morte, il suocero Andrea Torresano rimase il capo indiscusso della stamperia sino al novembre 1517: poi la direzione passò al figlio, Giovanni Francesco, che firmò  quasi tutte le prefazioni sino al 1528.Quando, con la morte di Giovanni Francesco, si aprirono vivaci contrasti tra gli eredi, la tipografia chiuse tra il  1529 e il 1533, dopo di che iniziò a emergere la figura di Paolo Manuzio.

Loading

Hai cercato:

      • APUD ALDI FILIOS, 1552
      • Libreria: Libreria Antiquaria Galleria Gilibert (Italia)
      • Note Bibliografiche: In-folio antico (320x210mm), cc. (3), col. 1405 (la numerazione è per colonne), (14) di indice tricolonne e di registro, bella legatura del secolo decimottavo in m. pelle marmorizzata e angoli. Dorso a 4 nervi decorati con greche in oro, con duplice tassello bicolore, uno rosso e uno verde, con titolo e decori impressi in oro. Fitta decorazione a greche in oro entro scomparti. Tassellino rosso alla cuffia inferiore con decori dorati. Piatti in cartone marmorizzato. Tagli rossi. Impresa aldina entro cornice ornamentale incisa su legno al frontespizio. Testo bicolonne. Capilettera istoriati i... continua a leggere

      Spese di spedizione OMAGGIO per ordini superiori a 100 €. (entro i confini nazionali)

    1. Thumb_cinque-canti-ludovico-ariosto-liquali-seguono-8d79a072-85ce-4822-b971-3a5014aa8256
      • GABRIELE GIOLITO (VENEZIA, 1543-1560), S.D. (1548)
      • Libreria: Libreria Antiquaria La Fenice (Italia)
      • Note Bibliografiche: in 4°, pp. 2 b., 30 numerate solo al recto, 2 b., 2 nn. con “Gabriele Giolito ai Lettori” (segnatura * ii), 24 nn., 2 b.; leg. in p/perg. coeva con ampie mancanze ai piatti, ds. a nervi; 4 belle incisioni come testatine e 5 grandi capil. posti all’inizio dei capitoli, testo su due colonne in carattere corsivo. Parte dell’opera: Orlando furioso di m. Ludouico Ariosto. Ornato di varie figure…, rilegata separatamente, cfr. Gamba p. 18 n° 53, 'Peraltro fra le edizioni Giolitiane, che per aggiunte sono da tenersi in considerazione, va ricordata una di Venezia, Giolito, 1548, in 4° con figure in ... continua a leggere

      Spese di spedizione OMAGGIO per ordini superiori a 100 €. (entro i confini nazionali)

      • IN AEDIBUS ALDI ET ANDREAE SOCERI (ALDO MANUZIO MORIVA NEL 1515 -E ANDREA TORRESANO), 1517
      • Libreria: Scripta Manent di Diego Delfino (Italia)
      • Note Bibliografiche: A Cura: GIROLAMO AVANZO . Edizione: Prima edizione aldina . Pagine: 1+4+207+5+1 . Illustrazioni: Marca tipografica Aldina con ancora e avviluppato un delfino. Presente sia al frontespizio sia all'ultima pagina . Formato: 16° . Rilegatura: Pergamena antica, cinquecentesca. Lisa e un pochino molle, dorso con piccola mancanza di pergamena.. Necessiterebbe di intervento leggero di restauro. . Stato: Discreto . Caratteristiche: Unica edizione aldina delle tragedie di Seneca al completo dedicata dall'Avanzi a Latino Giovenale. Cm. 14,9 per 9,4. Curioso l'errore tipografico sul nome dell'autore (S... continua a leggere

      Spese di spedizione OMAGGIO per ordini superiori a 100 €. (entro i confini nazionali)

      • PER GLI FIGLIUOLI DI ALDO NEL MESE DI OTTOBRE AD ISTANZA DI CARLO GUALTERUZZI .., 1550
      • Libreria: Libreria Seab (Italia)
      • Note Bibliografiche: In 8°, legatura settecentesca in pergamena rigida con titolo in oro al dorso, tagli colorati in blu. Cc 8 nn. + 170 cc. + 1 carta di errata + 1 carta bianca + 1 carta per il registro e, al verso, l’ancora aldina+ 1 carta bianca. Edizione non comune di questo testo del quale il Gamba fornisce una lunga descrizione al n° 138: il primo volume di questa opera fu stampato dai Fratelli Dorico nel 1548 a Roma; il secondo è questo che presentiamo, il terzo e il quarto furono impressi nel 1552 a Venezia da Gualtiero Scoto. Il testo è in lingua volgare con alcuni passaggi in latino ed una pagina in g... continua a leggere
    2. Thumb_cornucopiae-sive-linguae-latinae-commentarij-b0610351-da45-4e07-8795-0b0e44534382
      • AEDIBUS ALDI, ET ANDREAE ASULANI, 1527
      • Libreria: Benacense (Italia)
      • Note Bibliografiche: In-folio (cm. 30), cc. (82) di cui l'ultima bianca, 1436 (num. per colonne) + cc. (15) contenente l'ancora aldina sulla prima e l'ultima di queste. Legatura del tempo in piena pergamena con titolo manoscritto al dorso. Esemplare con qualche traccia d'uso ai bordi del frontespizio, una gora chiara all'angolo alto delle carte (queste leggermente increspate). Complessivamente genuino ed in discreto stato di conservazione. Si tratta della terza edizione aldina di quest'opera apparsa per la prima volta prsso Aldo nel 1499, poi nel 1513. Cfr. Renouard, p. 103. continua a leggere
    3. Thumb_asconii-paediani-expositio-iiii-orationes-tullii-d378aa4e-40f1-4f38-b988-79a069b75f72
      • IN AEEDIBUS ALDI, ET ANDREAE ASULANI, 1522
      • Libreria: Benacense (Italia)
      • Note Bibliografiche: Cm. 15,8, cc. (12) 283 (1). Ancora aldina al frontespizio e al verso dell'ultima carta. Legatura settecentesca in mezza pergamena. Un'antica firma di possesso manoscritta alla base del frontespizio ed alcune note ms. antiche alla carta bianca *4, un'appena percettibile gora alla parte bassa di poche carte, peraltro esemplare in ottimo stato di conservazione, particolarmente marginoso. Ex libris nobiliare inciso del prof. O. Penzig. Prima edizione aldina per questa interessante raccolta di scritti in forma di commentario ad opere ciceroniane sull'organizzazione ed il funzionamento delle asse... continua a leggere
    4. Thumb_epistolarum-libri-nuper-addito-eiusdem-quae-a63e2ce0-30e0-4777-93d4-0adec957749a
      • APUD HIERONYMUM POLUM, 1588
      • Libreria: Benacense (Italia)
      • Note Bibliografiche: Due parti in un volume di cm. 16, pp. (16) 536; (2) 128 (6). Grande marchio tipografico al frontespizio e capolettera decorati. Leg. strettamente coeva in piena pergamena rigida con titoli manoscritti al dorso. Un timbro di biblioteca religiosa estinta al frontespizio. Esemplare genuino ed in ottimo stato di conservazione. Edizione che riprende l'impressione aldina del 1580 ed è da considerarsi l'edizione definitiva e più completa di questa raccolta epistolare. continua a leggere
    5. Thumb_sylvarum-libri-achilleidos-libri-thebaidos-libri-fd520a78-c06a-4f8a-9c00-7be6e50f5693
      • IN AEDIBUS ALDI ET ANDREAE SOCERI, MENSE IANUARIO, 1519
      • Libreria: Benacense (Italia)
      • Note Bibliografiche: In-8° (152x102mm), cc. (1), 294, (2), solida legatura settecentesca in piena pergamena rigida con titolo in oro su tassello in pelle rossa al dorso. Tagli rossi. Ancora aldina al frontespizio, ripetuta al verso dell'ultima carta. Firma settecentesca al verso del risguardo. Spazi guida per i capilettera. Esemplare pulito e marginoso, in impeccabile stato di conservazione. Non comune seconda edizione aldina delle opere complete di Stazio, ristampa della prima del 1502, aumentata con una lettera di prefazione di Francesco Asolano al fratello Domizio e a Pasquale Marini. Le opere staziane sono ... continua a leggere
    6. Thumb_antiquitatum-romanarum-pauli-manutii-liber-legibus-index-d633a9ec-20b2-4f11-9a44-a6c526b626be
      • (PAOLO MANUZIO), 1557
      • Libreria: Pera (Italia)
      • Note Bibliografiche: Testo latino. Opera dedicata al Cardinale Ippolito d'Este. Cm.28x18,3. Carte (3), 1 bianca, LXXX numerate solo al verso, 2. Legatura tardo ottocentesca cartonata con titoli e filetti in oro al dorso e piatti marmorizzati. Al frontespizio l'impresa tipografica aldina con l'ancora con delfino in un festone di frutti e vegetali. Aloni e fioriture diffusi. Restauro all'ultima carta. Esemplare, pur rifilato, a buoni margini. Alcune chiose d'epoca manoscritte. Paolo Manuzio (Venenzia, 1512-1574), figlio di Aldo, aveva concepito un opera in quattro parti sulle antichità romane. Di queste solo il p... continua a leggere
      • APUD ALDUM, 1583
      • Libreria: Libreria Bacbuc (Italia)
      • Note Bibliografiche: Un volume in 4to (22x32 cm) di (8)-550-(106) pagine. Ritratto di Aldo il vecchio alla pagina di titolo,; iniziali e fregi xilografici; Marca (U832) di Domenico e Giovanni Battista Guerra (Aquila vola verso il sole e perde le penne: Renovata iuventus) nel fregio a c. A1r. Una macchia bruna all'angolo alto delle prime dieci carte e al margine alto delle ultime venti. Piccola erosione (meno di 1 cm x 5) al margine destro delle prime cinque carte. Per il resto bell'esemplare marginoso su carta in bella conservazione. Legatura moderna in mezza pergamena. Cfr. A.A. Renouard, Annales de l'imprimer... continua a leggere
      • VENEZIA, ALDO MANUZIO, OTTOBRE 1505., 1505
      • Libreria: Mediolanum (Italia)
      • Note Bibliografiche: In-folio; 150 cc.; legatura settecentesca in tutto cartone alla rustica, titolo manoscritto al dorso (al piatto anteriore è stato applicato un cartesino a stampa intitolato "I libri più cari. Secondo gli ultimi elenchi bibliografici"). Le carte D10 e a iiii, sono state abilmente rimarginate. Qualche gora e traccia d'uso. Interessanti note cinquecentesche in greco al margine di numerose carte. Prima e unica edizione aldina di Esopo. Il testo greco e la versione latina sono intercalati. Al corpus esopiano fanno seguito altri scritti di non secondaria importanza, come i "Geroglifici" di Orapol... continua a leggere
    7. Thumb_oppianou-alieutikwn-bibaia-pente-autou-kunhgetikwn-856106c1-64d1-46e5-bed5-7c8eae00c378
      • IN AEDIBUS ALDI ET ANDREAE SOCERI, DECEMBRE 1517]
      • Libreria: Studio bibliografico Scriptorium (Italia)
      • Note Bibliografiche: in-8 antico, 1 cb, cc 168, 1 cb, rileg. antica p. perg. molle, con tracce di doratura e cesellatura ai tagli. Marca tipogr. in legno al front. e ripetuta al colophon. Editio princeps per l'opera sulla caccia e seconda edizione per il trattato sulla pesca, entrambe versate in latino per opera di Lorenzo Lippi, umanista toscano. Testo preceduto dalle prefazioni di Francesco Asolano e da una succinta, e anonima, biografia di Oppiano con testo greco. I due trattati, sulla pesca e sulla caccia, furono ritenute opere dello stesso autore fino alla fine del Settecento quando lo studioso J. G. Schne... continua a leggere
    8. Thumb_libris-xxiii-commentariorum-vetera-imperatorum-81572192-78f9-409b-9d6d-2c8412a6abe9
      • S.N. [MA PAOLO MANUZIO], 1560
      • Libreria: Studio bibliografico Scriptorium (Italia)
      • Note Bibliografiche: in-4 antico, pp. 130, (14), leg. antica m. pelle con tit. e fregi oro al d., piatti in cart. dec., angoli, tagli color. Magnifico front. interamente inc. in rame, altra tav. in rame con il ritr. di Giulio Cesare precede la pag. 9, una terza tav. in rame con gli utensili sacrificali tra le pp. 76 e 77. Con 8 pagine di tavv. inc. in rame raffiguranti monete antiche. La pag. 130 è costituita dall’errata cui sono aggiunte 2 righe manoscritte di calligrafica antica; al verso di questa carta compare l’ancora aldina in xilogr. Prima rara ediz. Conformemente alla descrizione del Renouard solo alcun... continua a leggere
    9. Thumb_epistolas-atticum-pauli-manutii-commentarius-a5063983-0d2d-4148-904c-48f0a1acbc23
      • S.N. [COLOPHON APUD PAULUM MANUTIUM, ALDI FILIUM], 1553
      • Libreria: Studio bibliografico Scriptorium (Italia)
      • Note Bibliografiche: in-8 antico, ccnn 4, cc 414, leg. ottocentesca m. pelle con tit. oro, piatti cart. marmorizz., tagli spruzzati. Ancora aldina al front. Renouard p. 157: “Copie de l’édition de 1547, avec quelques corrections, additions et retranchements”. Bmc p. 413. Una lacuna foderata al front. interessa l’ancora aldina. Legg. corto il margine sup., ma bell’esempl. [163] continua a leggere
      • VENEZIA, BEVILACQUA, 1558., 1558
      • Libreria: Libreria Antiquaria Rappaport (Italia)
      • Note Bibliografiche: In-4. Legatura dell'800 in mezza pelle con angoli, dorso con titolo impr. in oro. (12), 170, (2) pp.; buon esemplare; qualche lieve ingiallitura. Prima edizione della più importante opera di buona educazione del Rinascimento, il "Trattato... nel quale sotto la persona d'un vecchio idiota ammaestrante un suo giovanetto si ragiona de' modi, che si debbono o tenere, o schifare nella comune conversatione, cognominato Galatheo, overo de' costumi" (pp.82-170). Il termine “galateo” deriva da Galeazzo (Galatheus) Florimonte, vescovo di Sessa, che suggerì al della Casa la stesura del trattato; il “... continua a leggere
      • VENETIIS, IN AEDIBUS HAEREDUM ALDI MANUTII ROMANI ET ANDREAE ASULANI SOCERI, 1534
      • Libreria: Libreria Rotondi (Italia)
      • Note Bibliografiche: Formato cm. 21 x 13. Pagine (12), 260. Rilegatura in piena pergamena antica, lievi tracce di tarlo al margine bianco di alcune pagine ma stato di conservazione complessivamente molto buono. Ancora aldina al frontespizio e al verso della carta contenente il colophon. Prima edizione aldina delle opere di Tacito, molto rara. continua a leggere
      • (IN FINE): VENETIIS, IN AEDIBUS ALDI, ET ANDREAE SOCERI, MENSE APRILI MDXV, 1515
      • Libreria: Studio bibliografico Libri Antichi Arezzo (Italia)
      • Note Bibliografiche: [ 500 Aldina prima edizione] (cm. 16,7) Ottima e solida piena pergamena originale, con unghie del XX secolo, titolo calligrafato al dorso-- cc. 16 nn. , cc. 348, cc. 12 nn. ; cc.4 nn., cc. 48. Ancora Aldina al frontis(Flecher 3) e (Flecher 5) al secondo frontis e al verso dell' ultima carta. Prima edizione aldian sia delle opere di Lattanzio che dell'Apologeticum di Tertulliano. Lattanzio nato verso il 250 fu denominato il "Cicerone cristiano" da Pico della Mirandola. Giovan battista Egnazio curò l'edizione e dopo la morte del Manuzio, assunse il ruolo di responsdabile scientifico al fianco... continua a leggere
      • SENZA LUOGO, NE NOTE TIPOGRAFICHE.IN FINE MDXLVII, 1547
      • Libreria: Studio bibliografico Libri Antichi Arezzo (Italia)
      • Note Bibliografiche: [500 Aldina - Contraffazione](cm.15.8) bella piena pergamena fine secolo XIX, nervi fregi e titolo in oro al dorso. -cc.63+ 1 c. bianca Elegante corsivo e ritratto dell'autore in ovale al frontis. Assolutamente rarissima contraffazione aldina di questa celebre tragedia stmpata da Aldo nel 1543. L'azione è tratta dalla seconda novella della seconda deca degli ecatomiti, dello stesso Giraldi. L'opera fu stampata molte volte per tutto il XVI sec., questa è la prima edizione dopo quella di Aldo. Fu rappresentata nel 1541 a Ferrara, in casa dell'autore alla presenza del Duca Ercole II. E'la prim... continua a leggere
    10. Thumb_francisci-luisini-utinensis-librum-horatii-flaccii-84db93e9-7b09-4018-97e5-3eca097ef91f
      • APUD ALDI FILIOS, 1554
      • Libreria: Libreria Antiquaria Coenobium (Italia)
      • Note Bibliografiche: In 4 antico, cc. 86 + (1) di errata + (1). Ancora aldina al front. e in fine. Firma coeva parzialmente cancellata alla prima carta di sguardia, alcune annotazioni manoscritte intorno all'ancora al front. Leggere gore marginali alle prime 6 cc. Legatura in pergamena morbida coeva con qualche piccolo danno al dorso. Rarissima edizione aldina con il commentario di Francesco Luigini a De arte poetica di Orazio. Burgassi, p. 111. 'La biblioteca del Cardinale Henry Stuart', p. 183. 'Catalogue Raisonne' De La Collection De Livres De M. Pierre Antoine...', vol. 3, p. 211. 'Catalogue des livres de... continua a leggere
    11. Thumb_anthropologia-galeazzo-capella-secretario-dell-0ceffedc-72e1-4deb-b226-5afc5e02ce76
      • NELLE CASE DELLI HEREDI D’ALDO ROMANO, & D’ANDREA D’ASOLA, 1533
      • Libreria: Libreria Antiquaria Malavasi (Italia)
      • Note Bibliografiche: In-24 gr. (mm. 145x90), mz. pergamena con ang. settecentesca, tagli rossi, 75 cc.num. (mal numer. 74, la c. 56 è ripetuta), 1 c.nn., incluso il frontespizio con l’ancora aldina, xilografata anche al verso dell’ultima carta. Rara "edizione originale" di questo “ragionamento della natura umana”, primo libro composto da Galeazzo Capella (Capra, Cappella) (1487-1537), letterato e umanista milanese, stimato universalmente per le capacità di scrittore e i costumi integerrimi. Cfr. Renouard,10, p. 110: “Le premier livre de cet ouvrage traite de la dignité de l’homme; le second, de la dignité de la... continua a leggere
    Desiderata

    Desiderata

    Salva la tua ricerca, la cercheremo gratuitamente per te! Clicca qui!