Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente.
Leggi l'Informativa Cookie Policy completa.

Sei in possesso di una Carta del Docente o di un Buono 18App? Scopri come usarli su Maremagnum!

Libro

Cini Marco [].

La nascita di un mito. Pasquale Paoli tra '700 e '800.

BFS, 1998

13,00 €

BFS Libreria (Ghezzano, Italia)

Habla con el librero

Formas de Pago

Detalles

Año de publicación
1998
ISBN
8886389388
Lugar de impresión
Pisa
Editores
BFS
Curador
Cini Marco [].
Conservación
Muy bueno
Condiciones
Usado

Descripción

129 p. : ill. ; 22 cm. Biblioteca di cultura storica, 13. Atti del convegno di Viareggio (LU), 26 settembre 1998. Interventi di F. Beretti, M. Cini, R.P. Coppini, A. Rovere, M. Soler, J. Thiers, P.M. Villa, A. Volpi. I contributi raccolti in questo volume hanno come oggetto l'indagine del «mito» di Pasquale Paoli e del ruolo che esso ha svolto nella formazione delle culture politiche delle élites còrse e toscane nei secoli XVIII e XIX. Del tentativo fatto per sviluppare tali questioni, merita di essere sottolineata l'avvertibile vicinanza metodologica che si riscontra fra i diversi saggi qui raccolti, dettata dalla necessità di ricorrere all'analisidi elementi simbolici, legati sostanzialmente alla matrice letteraria dell'immagine che nell'Ottocento è stata data di Paoli, e che è alla base della sua trasformazione in mito. Nella ricostruzione del profilo simbolico di Paoli sono stati privilegiati diversi assi di ricerca: dal contributo dato dai viaggiatori stranieri, e in particolare da quelli inglesi, alla diffusione della sua gloria in Europa, all'atteggiamento avuto alla fine del Settecento dai principali personaggi del ceto dirigente insulare che si confrontarono con la sua opera politica in relazione ai cambiamenti di regime politico scaturiti dalla Rivoluzione Francese, e che posero le premesse per lo sviluppo nell'isola di alcune particolari accezioni del mito di Paoli. Per quanto concerne l'Italia, centrale fu l'influenza degli esuli politici che nella prima metà dell'Ottocento contribuirono a dare della Corsica e delel sue vicende politiche una rappresentazione «metastorica». Nei loro scritti la Corsica diventava l'altrove della vicenda italiana, specifica in quanto legata a una tradizione nazionale, ma anche metafora «fuori dal tempo» e dunque applicabile a discorsi politici dai contenuti diversi. Brossura editoriale, coperta illustrata (b/n) in cartoncino flessibile. Codice libreria 9413.