Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente.
Leggi l'Informativa Cookie Policy completa.

Sei in possesso di una Carta del Docente o di un Buono 18App? Scopri come usarli su Maremagnum!

Libro

Luigi Pimpinella

Riflessioni sul futuro dell'Unione europea

Youcanprint, 2023

20,42 € 21,50 €

Borè S.r.l. (Tricase, Italia)

Habla con el librero

Formas de Pago

Detalles

Año de publicación
2023
ISBN
9791222706726
Autor
Luigi Pimpinella
Páginas
260
Editores
Youcanprint
Materia
Costituzione: governo e Stato, Istituzioni internazionali, Unione Europea (UE)
Conservación
Nuevo
Idiomas
Italiano
Condiciones
Nuevo

Descripción

È evidente, che per il suo passato, fatto di culture, tradizioni e diversità dei popoli, l'Europa può avere un importante peso economico, politico, sociale e culturale sullo scenario mondiale. È altrettanto vero che, se le varie forze nazionali non sono coordinate, collaborative e coese, si rischia l'insuccesso. Ad oggi, è acclarato che l'Unione europea non stia esprimendo correttamente il proprio potenziale, nell'interesse dei cittadini europei. In molte partite europee e internazionali non sta giocando il ruolo che le dovrebbe competere. Non esiste una politica estera condivisa tra gli Stati membri, l'Unione ha un'unica politica monetaria ma non fiscale, il Patto di stabilità ha fallito, poco si fa per il lavoro, soprattutto giovanile, il fenomeno dell'immigrazione è ben lontano dall'essere governato, le proposte per combattere l'inquinamento sono dannose per l'economia europea, nella crisi finanziaria della Grecia ha prevalso l'interesse delle banche francesi e tedesche piuttosto che il principio di solidarietà indicato nei trattati, si alimenta la guerra in Ucraina ma nulla si fa per la pace, si combatte l'inflazione solo rialzando i tassi d'interesse di riferimento della BCE, a danno delle piccole e medie imprese e dei cittadini. In questo contesto, se l'Italia crede ancora nel progetto europeo, potrebbe farsi promotrice di un processo di cambiamento radicale delle politiche europee, nell'interesse degli Stati membri e della stessa Unione, la quale, continuando così, nel prossimo futuro andrà incontro all'inevitabile, lenta ma continua, dissoluzione del suo modello politico.