Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente.
Leggi l'Informativa Cookie Policy completa.

Sei in possesso di una Carta del Docente o di un Buono 18App? Scopri come usarli su Maremagnum!

Libro

Francesco Germinario

Una cultura della catastrofe. Materiali per un'interpretazione dell'antisemitismo

Asterios, 2020

no disponible

San Marco Editore Libreria (Trieste, Italia)

Habla con el librero
no disponible

Formas de Pago

Detalles

Año de publicación
2020
ISBN
9788893131568
Autor
Francesco Germinario
Páginas
448
Serial
Piccola bibliothiki (57)
Editores
Asterios
Formato
210×122×27
Materia
Europa-Storia, Antisemitismo, Storia sociale e culturale, Genocidio e pulizia etnica, Ideologie e movimenti politici, Gruppi sociali: gruppi e comunità religiose, Europa, XX secolo, 1900–1999, Riguardante le persone e i gruppi ebraici
Conservación
Nuevo
Idiomas
Italiano
Encuadernación
Tapa blanda
Condiciones
Nuevo

Descripción

Dopo Auschwitz, è possibile pensare l'antisemitismo come ideologia politica? L'antisemitismo europeo è stato talvolta considerato dalla ricerca storica come un atteggiamento irrazionale, senza precisi obiettivi politici. Anche nella storiografia italiana sono stati finora pochi i contributi che indagavano gli aspetti teorico-politici dell'antisemitismo. Questo è invece da considerare un vero e proprio universo ideologico, alla stregua del liberalismo e del marxismo. Come qualsiasi altra ideologia, non solo l'antisemitismo ha avuto i suoi ideologi, ma ha un proprio mercato politico, i ceti medi e soprattutto quei settori della società borghese liberale timorosi che le crisi finanziarie possano erodere il loro status. Possiamo definire l'antisemitismo come un progetto di rivoluzione antiborghese, ma non anticapitalistica. In altri termini, esso è da considerarsi un socialismo del capitale, ovvero un socialismo della circolazione contrapposto al socialismo della produzione di impianto marxista.