Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente.
Leggi l'Informativa Cookie Policy completa.

Book

Carl Schmitt, Mariano Croce, Andrea Salvatore, Matteo Bozzon, Matteo Bozzon

Costituzione e istituzione

Quodlibet, 2022

17.10 € 18.00 €

Quodlibet (Macerata, Italy)

Ask for more info

Payment methods

Details

Year of publication
2022
ISBN
9788822908285
Author
Carl Schmitt
Pages
173
Series
Ius (8)
Publishers
Quodlibet
Size
220×140×14
Curator
Mariano Croce, Andrea Salvatore
Keyword
Diritto costituzionale e amministrativo: generale, Metodi, teoria e filosofia del diritto
Prefacer
Matteo Bozzon
Translator
Matteo Bozzon
State of preservation
New
Languages
Italian
Binding
Softcover
Condition
New

Description

Tra le pochissime opere non disponibili in italiano, ai due saggi per la prima volta tradotti in questo volume – Diritti di libertà e garanzie istituzionali della Costituzione del Reich (1931) e Diritti fondamentali e doveri fondamentali (1932) – Carl Schmitt riserva un posto di primissimo piano: uno snodo cruciale nell’elaborazione di una più solida e convincente teoria della Costituzione e della sua funzione di fondamento della vita sociale. È in questi due scritti, infatti, che Schmitt elabora una nozione troppo a lungo trascurata nella letteratura critica, quella di garanzia istituzionale. Facendo leva su tale concetto giuridico, nei primi anni Trenta Schmitt rigettò la famigerata teoria secondo cui la politica è innanzitutto decisione sullo stato di eccezione. Le garanzie istituzionali sono norme di rango costituzionale, impermeabili all’intervento politico, poste a protezione della vita interna di quelle istituzioni maggioritarie che innervano e supportano la vita della comunità politica, preservandone al meglio tradizione storica e stabilità sociale. Di qui la tesi secondo cui la Costituzione altro non è – né deve essere – che l’insieme delle articolazioni e degli assetti istituzionali distintivi di una determinata forma di vita. Sulla base di questa prospettiva, tutta incline alla conservazione, Schmitt sviluppa da par suo l’argomento, ancor oggi dibattutissimo, secondo cui il potere pubblico deve essere anzitutto funzionale alla protezione delle norme, dei principi e dei valori prodotti e praticati in quelle comunità interne allo Stato che a questo conferiscono identità e ordine. Presentazione di Matteo Bozzon.